Testo Unico ASSILT – Chiarimenti normativi 2020
6 febbraio 2020

Il Consiglio di Amministrazione nella seduta del 12 novembre 2019 e del 30 gennaio 2020 ha definito quanto segue:

Terapie fisiche (articolo 36)

Dal 1° gennaio 2020 il limite di tempo che regola il riconoscimento dei contributi per le sedute di terapia fisica è “mobile” (a ritroso di 12 mesi dalla data del documento fiscale presentato al fine del rimborso) per un massimo di 20 sedute di terapia individuale o collettiva.

Prima di trasmettere una nuova richiesta di rimborso è consigliabile, quindi, verificare la data della fattura e la quantità di sedute per le quali sono stati percepiti i contributi negli ultimi 12 mesi.

Inoltre, ribadendo la necessità di far indicare nel documento di spesa il costo di ogni tipologia di prestazione effettuata, il C.d.A. ha definito che a partire dal 1/1/2020 (data fattura) – nel caso di documenti fiscali riportanti diverse tipologie di prestazioni senza il dettaglio dei costi – verranno erogati contributi attribuendo come spesa per ogni prestazione il totale pagato suddiviso il numero delle sedute eseguite.

Psicoterapia (articolo 39)

Il C.d.A. ha precisato che il limite di tempo che regola il riconoscimento dei contributi per le sedute di psicoterapia autorizzate dalla Linea Sanitaria è a “plafond” e decorre dalla data della prima fattura presentata al fine del rimborso per il numero di mesi indicati nella normativa in vigore (100 sedute in 36 mesi).

Il C.d.A., considerando che la nuova norma prevede un’unica autorizzazione, ha definito la modalità di gestione di quanto concesso nel corso del 2019 nel seguente modo:

  • ai soci con un 2° anno di cura psicoterapica autorizzato nel 2019 sarà concesso di presentare le ricevute di spesa per un massimo di 50 sedute entro i 24 mesi decorrenti dalla data della prima fattura presentata per il rimborso del secondo periodo di cura.
  • ai soci con un 1° anno di cura psicoterapica autorizzato nel 2019 saranno integrate le sedute già erogate alla data del 31 gennaio 2020 con un numero di sedute necessarie a raggiungere le 100 attualmente erogabili. Il limite entro il quale effettuare le relative ricevute di spesa è di 36 mesi dalla data della prima fattura presentata per il rimborso.

Essendo la data della prima fattura indispensabile per verificare il diritto a richiedere contributi, ai soci sopra indicati sarà trasmessa una specifica comunicazione riportante: sedute residue e tale data.

Si precisa, inoltre, che per tutti i soci un nuovo periodo di cura potrà essere autorizzato trascorsi 60 mesi dalla data della prima fattura (36 mesi di cura e 24 mesi di sospensione).

Ricordiamo, infine, che nell’area personale di questo portale associativo (sezione: “i miei servizi – storico prestazioni – scegliere la Branca) sono rilevabili le prestazioni liquidate e gli estremi delle fatture presentate per il rimborso per tutte le prestazioni soggette a limiti di erogazione (terapia fisica, psicoterapia, visite mediche specialistiche e così via).