Vademecum Testo unico ASSILT

Limiti e modalità per richiedere i contributi di alcune tipologie di prestazioni sanitarie.

Maggiori dettagli sono consultabili nella sezione “Testo normativo” di questo portale.

 

Cosa devo presentare

A quanto ammonta il rimborso

          Ogni quanto è           

               previsto il rimborso            

Note

 Odontoiatria (Art .19)

 

  • ricevuta del medico odontoiatra (o dello studio, con indicazione del medico che ha eseguito la cura. In alternativa il nome del medico odontoiatra curante può essere indicato nel piano di cura o nel modello odontoiatrico)
  • piano di cura dettagliato (anche utilizzando la modulistica Assilt) con tipo di cura, denti trattati e singolo costo

 

 

90% della spesa fino all’importo massimo indicato per ogni prestazione – Tariffario Odontoiatrico (allegato A del TUA)

Il massimale per ogni iscritto è di 10.000 euro in 18 mesi.

La stessa prestazione potrà essere rimborsata solo quando viene superato il limite di tempo specificatamente indicato agli Artt. 21 e 22 del testo normativo

 

 
 

Occhiali da vista (Art. 24)

 

  • prescrizione di medico oculista con indicazione grafica del difetto visivo
  • ricevuta dell’ottico con indicazione del tipo di occhiali acquistati (lontano/vicino/progressivi)
 

80% della spesa fino all’importo massimo indicato nell’art 24 -tab A del TUA

 

 

  •  ogni 12 mesi da 0 a 8 anni
  • ogni 18 mesi per i soci dagli 8 anni ai 21 anni
  • ogni 3 anni oltre ai 21 anni

 

 

Nell’ambito del periodo di rimborso, in alternativa agli occhiali con lenti progressive possono essere riconosciuti un paio di occhiali da vista con lenti da lontano e un paio con lenti da vicino

 Lenti a contatto (Artt. 26 – 27)

 

  • prescrizione di medico oculista con indicazione grafica del difetto visivo
  • ricevuta dell’ottico con indicazione del tipo di lente acquistata
  • copia della confezione delle lenti con evidenza del numero del lotto e la data di scadenza

 

 

60% della spesa fino ad un importo massimo di 340 euro in 36 mesi

   
 

 

Prestazioni specialistiche e accertamenti diagnostici (Art.29)

 

 

  • prescrizione del medico di base o di  un medico specialista
  • ricevuta con dettaglio della prestazione sanitaria eseguita e del relativo costo. Se la ricevuta non riporta il dettaglio delle prestazioni eseguite deve essere allegato un documento da cui le stesse siano rilevabili (dichiarazione della struttura sanitaria, riepilogo della prenotazione e così via)

65% della spesa fino all’importo massimo indicato nella tabella C dell’Art. 29 del testo normativo

Alcune prestazioni  specialistiche sono rimborsabili solo superato un determinato limite di tempo (consultabile nella tabella C dell’Art.29 del testo normativo)

 

 Fisioterapia (Art.36)

 

  • prescrizione di uno dei medici  specialisti specificatamente indicati al comma 3 dell’Art 36 del testo normativo
  • ricevuta rilasciata da fisioterapista (o figura equipollente di cui al comma 4 dell’art 36) con indicazione del numero di sedute effettuate (precisare  se sedute individuali o collettive).

65% della spesa fino ad un importo massimo di 20 euro a seduta per le sedute individuali e 10 euro per le sedute collettive.

20 sedute ogni 12 mesi (dalla data della prima fattura)

 

Terapia infiltrativa

(Art. 33)

 

  • prescrizione e ricevuta di uno dei medici specialisti specificatamente indicati all’art 33 del testo normativo, con l’indicazione dell’infiltrazione eseguita (nelle articolazioni, nei nervi, nelle radici spinali, nei tendini) e della sostanza somministrata (farmaci anti-infiammatori, anestetici locali, alcol, ozono, ossigeno, acido ialuronico, pappa piastrinica). Sono erogabili contributi per le sole infiltrazioni ambulatoriali eseguite a scopo curativo e non estetico.

 

 

65% della spesa sostenuta fino all’importo massimo di 500 euro in 12 mesi

Il massimale di contributo erogabile, per ogni iscritto, ogni 12 mesi decorre dalla data della prima fattura rimborsata per tale terapie

Il contributo comprende la prestazione sanitaria e il costo della sostanza somministrata

 Farmaci

(Art. 31)

 

  • prescrizione di un medico di base o di  un medico specialista
  • scontrino o ricevuta di spesa (riportante il codice fiscale del fruitore)

 

60% della spesa fino all’importo massimo di 250 euro in 12 mesi

   

 Psicoterapia (Art. 39)

 

  • le prestazioni sono rimborsabili previa autorizzazione della linea sanitaria territorialmente competente che avrà cura di richiedere la necessaria documentazione utile a definire le terapie da autorizzabili
  • ricevuta di professionista iscritto all’Albo degli psicoterapeuti riportante il numero di sedute effettuate

75% della spesa fino ad un importo massimo di 35 euro a seduta

50 sedute ogni 12 mesi (dalla data della prima fattura) per 2 anni consecutivi. Non sono erogabili nuovi contributi prima che siano decorsi 36 mesi dall’ultima fattura liquidata

 

Per queste prestazioni è necessaria la preventiva autorizzazione della linea sanitaria territorialmente competente

 Logopedia (Art .64)

 

  • le prestazioni sono rimborsabili previa autorizzazione della linea sanitaria territorialmente competente che avrà cura di richiedere la necessaria documentazione utile a definire la quantità di terapie autorizzabili
  • ricevuta di logopedista riportante il numero di sedute

 

65% della spesa sostenuta fino ad un massimo di 25 euro a seduta

   

Per queste prestazioni è necessaria la preventiva autorizzazione della linea sanitaria territorialmente competente

 

Interventi chirurgici con ricovero in ambito privato (Artt. 60-61-62)

  • l’intervento è rimborsabile previa autorizzazione della linea sanitaria territorialmente competente che valuterà la documentazione e la necessità di ricorrere a una struttura sanitaria privata
  • ricevuta dettagliata delle spese di equipe medica, sala operatoria, degenza e stanza a pagamento (comfort alberghiero)
  • pagina della cartella clinica con specifica del tipo di intervento e periodo di ospedalizzazione

60% della spesa fino ad un massimo previsto per ciascuna prestazione.

 

Contributo del 60% della spesa, fino a massimo:
4.000 euro per l’equipe chirurgica.

1.000  euro per la sala operatoria

1.500 euro degenza (assistenza, farmaci, materiale di medicazione e così via)

500 euro comfort alberghiero (stanza a pagamento).

 Per queste prestazioni è necessaria la preventiva autorizzazione della linea sanitaria territorialmente competente

Stampa Vademecum Testo Unico ASSILT